UN PAESE DI SINGLE
“IL PROBLEMA È L’INDIVIDUALISMO”

«IL MESSAGGERO» INTERVISTA NICOLA FERRIGNI

L’edizione odierna de «Il Messaggero» dedica un articolo al fenomeno, sempre più diffuso in Italia, dei single: circa 800mila tra separati, divorziati, vedovi o semplicemente persone che hanno scelto di stare da sole.

Intervistato sul tema dalla giornalista Valeria Arnaldi, Nicola Ferrigni direttore di Link LAB e dell’Osservatorio “Generazione Proteo” osserva come si tratti di un trend «evidente nel nostro Paese e amplificato tra i giovani», le cui cause sono «solo parzialmente attribuibili alla carenza di lavoro e alla mancanza di stabilità e prospettive, comunque da tenere in conto». Per contro, osserva ancor Ferrigni, «la parola chiave del cambiamento in atto è “individualismo”. La risorsa che più manca oggi è il tempo. “Essere in famiglia” richiede tempo, così come costruire relazioni». A conferma di ciò, «il fenomeno dei single non si vede solo negli affetti, ma anche nell’amicizia. Sono sparite le grandi comitive che c’erano una volta, i rapporti sono divenuti più labili e frammentati». «Essere single – conclude Ferrigni – è ormai uno status. A determinarlo pure la velocità con cui viviamo, giornata, lavoro, relazioni. È diventato un modo di vivere».