MOVIDA2019: FIRMATO IN QUESTURA IL PROTOCOLLO

AL VIA UNA NUOVA RICERCA NEI LOCALI DELL’EUR

Lunedì 18 novembre si è tenuta presso la sede della Questura di Roma la tradizionale firma del Protocollo d’Intesa, rinnovato per il quarto anno, tra il Questore e i responsabili dei principali locali della movida romana dell’EUR (Spazio Novecento, Room26, Exe, San Salvador), cui ha partecipato anche il direttore di Link LAB Nicola Ferrigni.

Come già avvenuto in passato, anche quest’anno Link LAB darà il proprio contributo a questo un progetto di grande interesse civico, finalizzato a far sì che una occasione di divertimento e svago, nonché di socializzazione soprattuto per i più giovani, come appunto la Movida, possa comunque svolgersi in condizioni di piena sicurezza.

Nelle prossime settimane, i ricercatori di Link LAB saranno dunque impegnati in una ricerca sul campo finalizzata a studiare i comportamenti e gli atteggiamenti devianti all’interno e all’esterno dei locali della Movida. In particolare, a essere indagati sarà il complesso fenomeno delle violenze e delle risse, delle aggressioni e delle trasgressioni che si verificano settimanalmente dentro e fuori i locali, per non dire di quegli eccessi che sempre più prendono forma nei contesti e negli spazi del divertimento.

«Come per la precedente ricerca sulla movida – ha dichiarato il direttore di Link LAB, Nicola Ferrigni a margine della cerimonia ufficiale di sottoscrizione del protocollo – anche in questa occasione ci auguriamo che gli esiti del lavoro possano costituire un punto di partenza per la formulazione di proposte di azione e intervento, rivolte alle Forze dell’Ordine e alla società civile, finalizzate a una sensibilizzazione e a una più efficace gestione del fenomeno».