INFORMAZIONE DIGITALE, ALGORITMI E LIBERTÀ DEL GIORNALISTA

MARICA SPALLETTA DOCENTE AL CORSO DI FORMAZIONE UCSI

Sabato 9 novembre si svolgerà presso l’Università Pontificia Salesiana il corso di formazione dal titolo Il giornalismo digitale: gli algoritmi hanno ucciso la libertà del giornalista? organizzato dalla Facoltà di Scienze della Comunicazione sociale dell’Università Salesiana e dall’UCSI (Unione Cattolica della Stampa Italiana) con l’obiettivo di fare il punto su come sia cambiata l’informazione e, con essa, il lavoro giornalistico nell’era digitale.

Il passaggio al digitale, infatti, ha cambiato radicalmente il modo di fare informazione. Se da un lato ha aperto nuove e interessanti prospettive, dall’altro ha prodotto una serie di effetti sia sui contenuti e sulla qualità dell’informazione stessa, sia sulla libertà e l’autonomia dei giornalisti.

Link LAB, il Laboratorio di Ricerca Sociale della Link Campus University, parteciperà al convegno con il suo coordinatore scientifico Marica Spalletta, prof. associato di Sociologia dei processi culturali e comunicativi, relatrice della prima parte dell'incontro con un intervento dal titolo La guerra per la visibilità. Cosa succede all’informazione se le emozioni ottengono più contatti delle notizie.

Al convegno interverranno, fra gli altri, Daniele Chieffi, capo della Factory e della comunicazione digitale di AGI, Maurizio Di Schino, membro del consiglio direttivo dell'Associazione Stampa Romana e segretario nazionale UCSI, Paola Spadari, Presidente dell'Ordine dei Giornalisti del Lazio, Michele Partipilo, giornalista e saggista e Renato Butera, giornalista, docente di Etica e Deontologia della Comunicazione e del Giornalismo all’Università Salesiana.