ALLARME SOCIALE O ALLARMISMO MEDIALE?
IL CASO “BLUE WHALE”

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI “FEDERICO II”, 26-28 OTTOBRE 2017

Venerdì 27 ottobre Link LAB ha partecipato al convegno “Con gli occhi di domani. Culture e linguaggi giovanili: la creatività come risorsa”, organizzato dall’AIS (Associazione Italiana di Sociologia), sezione Processi e Istituzioni Culturali. Il convegno, ospitato dall’Università degli Studi “Federico II” e dall’Università degli Studi “Suor Orsola Benincasa” di Napoli, ha visto la partecipazione dei più autorevoli studiosi italiani nell’ambito delle scienze sociali e della comunicazione.

Nell’occasione Nicola Ferrigni, direttore di Link LAB, e Marica Spalletta hanno presentato il  paper dal titolo “Il fenomeno Blue Whale. Allarme sociale o allarmismo mediale?”.

La ricerca analizza il ruolo svolto dai media, e dalla Rete in particolare, nella diffusione del fenomeno Blue Whale, salito agli onori delle cronache dopo la denuncia fatta dalla trasmissione televisiva Le Iene: un pericoloso “gioco” online che impone ai propri partecipanti di cimentarsi in prove via via sempre più prove estreme, fino al suicidio finale. Attraverso l’analisi del coverage che alcune testate a stampa hanno riservato al fenomeno, la ricerca si propone di capire se e come i media abbiano contribuito a sensibilizzare l’opinione pubblica su questo pericoloso allarme sociale, o se piuttosto i messaggi da essi veicolati non abbiano invece contribuito a generare allarmismo, aumentando il senso di insicurezza percepito.