Il fabbisogno nel territorio dell’Agro Romano

 

Il territorio dell’Agro Romano, vasta zona rurale di difficile perimetrazione che circonda Roma, ha subìto negli ultimi cento anni cambiamenti epocali che ne hanno ridefinito contorni e attività. Il cambiamento della campagna romana, analizzato alla luce delle nuove forme di produttività e della ruralità, così come dei problemi ecologici e ambientali che hanno influito sulla fertilità del suolo, rappresenta il punto dell’indagine socio-economica Il fabbisogno nel territorio dell’Agro Romano realizzata da Link LAB in collaborazione con Roma Capitale (Assessorato Ambiente, Dipartimento tutela ambientale e del verde, protezione civile). 

La ricerca, diretta da Nicola Ferrigni (direttore di Link LAB), si struttura in due sezioni. La prima ha visto il coinvolgimento di oltre 1.000 cittadini intervistati e residenti nelle aree di indagine con lo scopo di analizzarne le caratteristiche sociali, la conoscenza del territorio e della produzione tipica, nonché l’opinione su possibili azioni di valorizzazione del territorio.

La seconda sezione vede invece coinvolti circa 200 imprenditori agricoli, chiamati a rispondere sugli elementi di difficoltà e criticità delle aziende che operano nel settore, sui servizi attualmente offerti da Roma Capitale e sugli interventi auspicabili. Tale studio ha dunque inteso individuare e delineare un efficace strumento di analisi territoriale capace di fornire un ausilio nella definizione delle politiche di governo dei territori periurbani, al fine di valorizzare e tutelare il territorio Agro Romano come elemento strategico del sistema integrato città-campagna.

utility_pubblicazioni

copertina_agroromano


UA-91244677-1